Fwd-Loghi-per-siti-web-darioprivitera-info-gmail-com-Gmail
OPAS

Sottomisura 16.1 “Sostegno per la costituzione e la gestione dei gruppi operativi del PEI in materia di produttività e sostenibilità dell‘agricoltura”

Progetto finanziato con i fondi dell'Unione Europea - FEASR

download4
csei

INNOVITIS

INNOVITIS

INNOVITIS

SITEMAP

INFO & CONTATTI

SITEMAP

INFO & CONTATTI


facebook
flickr
whatsapp

facebook
flickr
whatsapp

GO-SicilGrape

GO-SicilGrape

GO-SicilGrape

Università degli Studi di Catania Piazza Università, 2 - Catania


+39 095 350761
di3a@unict.it

info@innovitis.it

Università degli Studi di Catania Piazza Università, 2 - Catania


+39 095 350761
di3a@unict.it

info@innovitis.it

DSCN4212.JPG

Obiettivo del progetto Innovitis è quello di trasferire nel territorio di Mazzarrone innovazioni varietali consistenti in nuovi genotipi ottenuti in seguito ai predetti programmi di breeding.

Obiettivo del progetto Innovitis è quello di trasferire nel territorio di Mazzarrone innovazioni varietali consistenti in nuovi genotipi ottenuti in seguito ai predetti programmi di breeding.

I PARTNER DEL PROGETTO

OPAS
OPAS
download4
download4
csei
csei

www.innovitis.it @ All Right Reserved 2020 - Sito web realizzato da Flazio Experience

www.innovitis.it @ All Right Reserved 2020 - Sito web realizzato da Flazio Experience

 Innovazioni sostenibili di processo e di prodotto per il miglioramento dell’uva da tavola siciliana

tw-40
OPAS

PARTNER

L’Organizzazione di Produttori Agricoli Siciliani

L’Organizzazione di Produttori Agricoli Siciliani (OPAS) è il capofila del Progetto. Essa è impegnata in un progetto di ricerca attivato nel 2017, in collaborazione con l’Università degli Studi di Catania, per selezionare, attraverso un programma mirato di breeding , nuove varietà di uva da tavola con caratteristiche di pregio, possibilmente apirene, e con alto grado di adattabilità al territorio. Inoltre l’OPAS collabora con una società specializzata nella ricerca in agricoltura per individuare genotipi resistenti a fitopatie specifiche del settore al fine di poter creare un campo sperimentale di piante madri. OPAS partecipa alle più importanti fiere nazionali e internazionali del settore agricolo (MacFrut, Fruit Logistica, FruitAttraction) ed è stata promotore di numerosi convegni e seminari nel settore dell’ uva da tavola.

PARTNER

Azienda Agricola Gaetano Astuto

L’Azienda Agricola Gaetano Astuto è dislocata in più siti e precisamente in agro di Licodia Eubea (CT) e in misura minore in agro di Scicli (RG). L’ordinamento colturale prevalente è quello della produzione di uva da tavola. La superficie coltivata complessiva è di circa 12 ha, oltre alla produzione di pomodoro in serra per circa 4 ha e di funghi per circa 1 ha. L’azienda agricola è situata in un territorio particolarmente vocato per la produzione di uva da tavola, rientrando nell’area di pertinenza “Uva da Tavola di Mazzarrone IGP”. L’azienda agricola è assoggettata al sistema dei controlli previsti dai disciplinari di produzione.


Sotto l’aspetto agronomico l’azienda presenta un terreno di medio impasto, profondo e fertile. L’insieme dei fattori pedo-climatici sono tali che nella zona si ottengono frutti di particolare pregio sia sotto l’aspetto qualitativo che quantitativo.
L’azienda partecipa al progetto di ricerca, insieme all’OPAS, attivato nel 2017, in collaborazione con l’Università degli Studi di Catania, per selezionare, attraverso un programma di breeding mirato, nuove varietà di uva da tavola con caratteristiche di pregio, possibilmente apirene, e con alto grado di adattabilità al territorio; inoltre collabora anche con una società specializzata nella ricerca in agricoltura per individuare genotipi resistenti a fitopatie specifiche del settore al fine di poter creare un campo sperimentale di piante madri. Da sempre sensibile ai temi dell’innovazione l’azienda partecipa periodicamente alle più importanti Fiere del Settore (MacFrut, Fruit Logistica, FruitAttraction). Ha maturato esperienza nell’ambito dei Piani Operativi Regionali, partecipando ogni anno, alle diverse misure riguardanti il diradamento e l’acinellatura. E’ inserita nel programma di fornitura dei prodotti a marchio dei principali gruppi della Grande Distribuzione Organizzata. Ha inoltre ospitato numerose visite tecniche di operatori della filiera viticola provenienti dai principali gruppi della Grande Distribuzione Organizzata ).

PARTNER

Azienda Agricola La Bell’Uva dei fratelli Belluardo

L’azienda Agricola La Bell’Uva dei fratelli Belluardo è dislocata in più siti in agro di Acate (RG), per una superficie complessiva di circa 24 ha.


L’ordinamento colturale prevalente è relativo alla produzione di uva da tavola.
L’azienda agricola è situata in un territorio particolarmente vocato per la produzione di uva da tavola, rientrando nell’area di pertinenza “Uva da Tavola di Mazzarrone IGP”. L’azienda agricola è assoggettata al sistema dei controlli previsti dai disciplinari di produzione.


Dal punto di vista agronomico il fondo viene coltivato per l’intera superficie e presenta un suolo coltivabile di medio impasto, profondo e fertile. L’insieme dei fattori pedo-climatici sono tali che nella zona si ottengano frutti di particolare pregio sia sotto l’aspetto qualitativo che quantitativo.


L’azienda partecipa al progetto di ricerca attivato nel 2017 dall’OPAS, in collaborazione con l’Università degli Studi di Catania, per selezionare, attraverso un programma mirato di breeding , nuove varietà di uva da tavola con caratteristiche di pregio, possibilmente apirene, e con alto grado di adattabilità al territorio; l’azienda collabora inoltre con una società specializzata nella ricerca in agricoltura per individuare genotipi resistenti a fitopatie specifiche del settore al fine di poter creare un campo sperimentale di piante madri. Da sempre sensibile ai temi dell’innovazione, l’azienda partecipa periodicamente alle più importanti Fiere del Settore (MacFrut, Fruit Logistica, FruitAttraction). Ha maturato esperienza nell’ambito dei Piani Operativi Regionali, partecipando ogni anno, alle diverse misure riguardanti il diradamento e l’acinellatura. E’ inserita nel programma di fornitura dei prodotti a marchio dei principali gruppi della Grande Distribuzione Organizzata (GDO). Ha inoltre ospitato numerose visite tecniche di operatori della filiera viticola provenienti dai principali gruppi della GDO.

PARTNER

Azienda Agricola Cesario Di Pietro 

L’azienda Agricola Cesario Di Pietro è dislocata in più siti e precisamente in agro di Acate (RG) e Mazzarrone (CT), per una superficie complessiva di circa 28 ha.


L’ordinamento colturale prevalente è relativo alla produzione di uva da tavola.


L’azienda agricola è situata in un territorio particolarmente vocato per la produzione di uva da tavola, rientrando nell’area di pertinenza “Uva da Tavola di Mazzarrone IGP”. L’azienda è assoggettata al sistema dei controlli previsti dai disciplinari. Sotto l’aspetto agronomico, il fondo viene coltivato per l’intera superficie ed è caratterizzato da un suolo di medio impasto profondo e fertile. L’insieme dei fattori pedo-climatici sono tali che nella zona si ottengono frutti di particolare pregio sia sotto l’aspetto qualitativo che quantitativo.
L’Azienda Agricola ha maturato esperienza nell’ambito dei Piani Operativi Regionali, partecipando ogni anno alle diverse misure riguardanti il diradamento e l’acinellatura.

PARTNER

Azienda Agricola Gabriella Distefano

L’azienda Agricola Gabriella Distefano è dislocata in più siti e precisamente in agro di Chiaramonte Gulfi (RG) e Mazzarrone (CT), per una superficie complessiva di circa 32 ha.


L’ordinamento colturale prevalente è relativo alla produzione di uva da tavola per circa 17 ha, ma vengono prodotte anche pesche e nettarine in una estensione complessiva di circa 7 ha.


L’azienda agricola è situata in un territorio particolarmente vocato per la produzione di uva da tavola, rientrando nell’area di pertinenza “Uva da Tavola di Mazzarrone IGP”. L’azienda agricola è assoggettata al sistema dei controlli previsti dai disciplinari. Sotto l’aspetto agronomico, il fondo viene coltivato per l’intera superficie ed è caratterizzato da un suolo coltivabile di medio impasto profondo e fertile. L’insieme dei fattori pedo-climatici sono tali che nella zona si ottengono frutti di particolare pregio sia sotto l’aspetto qualitativo che quantitativo.
L’azienda partecipa al progetto di ricerca attivato nel 2017 dell’OPAS, in collaborazione con l’Università degli Studi di Catania, per selezionare, attraverso un programma mirato di breeding , nuove varietà di uva da tavola con caratteristiche di pregio, possibilmente apirene, e con alto grado di adattabilità al territorio; l’azienda collabora inoltre con una società specializzata nella ricerca in agricoltura per individuare genotipi resistenti a fitopatie specifiche del settore al fine di poter creare un campo sperimentale di piante madri. Da sempre sensibile ai temi dell’innovazione l’azienda partecipa periodicamente alle più importanti Fiere del Settore (MacFrut, Fruit Logistica, FruitAttraction). Ha maturato esperienza nell’ambito dei Piani Operativi Regionali, partecipando alle diverse misure riguardanti il diradamento e l’acinellatura. E’ inserita nel programma di fornitura dei prodotti a marchio dei principali gruppi della Grande Distribuzione Organizzata.
.

PARTNER

Azienda Agricola Claudio Turlì 

L’Azienda Agricola Claudio Turlì è dislocata in più siti ricadenti in agro di Mazzarrone (CT), per una superficie complessiva di circa 11ha.


L’ordinamento colturale prevalente è relativo alla produzione di uva da tavola.
L’azienda agricola è situata in un territorio particolarmente vocato per la produzione di uva da tavola, rientrando nell’area di pertinenza “Uva da Tavola di Mazzarrone IGP”. L’azienda agricola è assoggettata al sistema dei controlli previsti dai disciplinari di produzione. Sotto l’aspetto agronomico, il fondo viene coltivato per l’intera superficie ed è caratterizzato da un suolo coltivabile di medio impasto profondo e fertile. L’insieme dei fattori pedo-climatici sono tali che nella zona si ottengano frutti di particolare pregio sia sotto l’aspetto qualitativo che quantitativo.
Ha maturato esperienza nell’ambito dei Piani Operativi Regionali, partecipando ogni anno alle diverse misure riguardanti il diradamento e l’acinellatura.

PARTNER

Società Agricola Carmelo Franza

La Società Agricola Carmelo Franza è dislocata in più siti ricadenti in agro di Caltagirone (CT), per una superficie complessiva di circa 6 ha.


L’ordinamento colturale prevalente è dato dalla produzione frutticola così ripartita: uva da tavola circa 1.50 ha; albicoccheto circa 3.50 ha; pescheto circa 1 ha.


L’azienda agricola è situata in un territorio particolarmente vocato per la produzione di uva da tavola, rientrando nell’area di pertinenza “Uva da Tavola di Mazzarrone IGP”. L’azienda agricola è assoggettata al sistema dei controlli IGP ed è anche assoggettata al sistema di controllo biologico.


Sotto l’aspetto agronomico, il fondo viene coltivato per l’intera superficie ed è caratterizzato da un suolo di medio impasto profondo e fertile. L’insieme dei fattori pedo-climatici sono tali che nella zona si ottengono frutti di particolare pregio sia sotto l’aspetto qualitativo che quantitativo.
L’azienda partecipa al progetto di ricerca attivato nel 2017 da OPAS, in collaborazione con l’Università degli Studi di Catania, per selezionare, attraverso un programma mirato di breeding , nuove varietà di uva da tavola con caratteristiche di pregio, possibilmente apirene, e con alto grado di adattabilità al territorio. La Società Agricola collabora inoltre con una società specializzata nella ricerca in agricoltura per individuare genotipi resistenti a fitopatie specifiche del settore al fine di poter creare un campo sperimentale di piante madri. Da sempre sensibile ai temi dell’innovazione l’azienda partecipa periodicamente alle più importanti Fiere del Settore (MacFrut, Fruit Logistica, FruitAttraction). Ha maturato esperienza nell’ambito dei Piani Operativi Regionali, partecipando ogni anno, alle diverse misure riguardanti il diradamento e l’acinellatura. E’ inserita nel programma di fornitura dei prodotti a marchio dei principali gruppi della Grande Distribuzione Organizzata. Ha inoltre ospitato numerose visite tecniche di operatori della filiera viticola provenienti dai principali gruppi della Grande Distribuzione Organizzata .

irritec

PARTNER

Irritec

La Società Irritec si occupa di materiali per irrigazione. Le attività di ricerca e sviluppo poste in essere dalla Società risultano caratterizzate da un’elevata focalizzazione sull’innovazione di prodotto, sul miglioramento di prodotti esistenti e sulla ricerca applicata in modo da permettere il raggiungimento di alte performance in termini di qualità, velocità di produzione, riduzione costi produzione, affidabilità ed ecosostenibilità.
Nel perseguimento di questi obiettivi, Irritec ha anche partecipato a progetti di ricerca e sviluppo collaborando con primari enti ed istituti di ricerca tra i quali:


• Unitamente ad altre imprese della filiera agroalimentare e a centri di ricerca, ha partecipato al progetto “Materie plastiche biodegradabili per la filiera agro-alimentare” in parte finanziato con risorse a valere sulla Linea di intervento 4.1.1.1 del POR FESR Sicilia 2007-2013. Durante il progetto si è fatta ricerca sulle diverse MP biodegradabili presenti sul mercato e sono state realizzate alcune campionature della prima ala gocciolante leggera biodegradabile.


• In collaborazione con le università di Palermo, Messina, Catania e Napoli, nel periodo 2012-2014 ha realizzato delle attività di Ricerca industriale (RI) e Sviluppo Sperimentale (SS) necessarie per la definizione delle condizioni preliminari allo sviluppo industriale di un sistema di irrigazione di tipo innovativo. L’innovazione contenuta nel sistema deriva dalla possibilità di impiego di acque reflue urbane mediante sistemi di irrigazione biodegradabili basati su tecnologie eco‐compatibili (Progetto Sibar). Tale progetto è stato in parte finanziato con risorse del Programma Operativo Nazionale Ricerca e Competitività 2007-2013 per le Regioni della Convergenza (“PON R&C”). Sono state studiate le migliori materie prime biodegradabili ed è stata scelta quella più adatta per poter realizzare dei prototipi. Il progetto si è concluso con prove in campo per valutarne le potenzialità.


IRRITEC, insieme ad altre Società leader del settore,ha partecipato al progetto pan-europeo RIGA finalizzato allo sviluppo di prodotti di microirrigazione con caratteristiche anti-root e anti-microbial. Tale progetto è stato in parte finanziato dalla Unione Europa tramite i fondi destinati al programma Eco-innovation; i prodotti testati sono in corso di validazione in campo. Oggi Irritec continua la ricerca per l’agricoltura e l’irrigazione ecosostenibile, impegnata in attività e progetti di ricerca insieme al CNR e diversi enti universitari.

bonsicilia.jfif

PARTNER

BonSicilia 

BonSicilia è una azienda di lavorazione, conservazione e trasformazione di frutta. Produce una linea marmellate e confetture extra di qualità, proposta in vasetti di peso fino a 380 grammi che si adattano a ogni esigenza e gusto: dodici le referenze tra marmellate e confetture extra, quattro creme spalmabili, un pesto di pistacchio, miele, gelatine e sali aromatizzati.


Nella preparazione dei prodotti viene utilizzata solo frutta fresca selezionata. Le marmellate e confetture extra contengono una percentuale elevata di frutta, almeno del 70%. Le confetture extra lavorate riguardano i seguenti gusti : arancia rossa, pompelmo rosa, mandarino, fragole e arance, fragole e limone. Il prodotto di punta è la Confettura Extra di Gelsi Neri siciliani: un prodotto super premiato e sempre più richiesto, lavorato con particolare attenzione considerata la delicatezza dei frutti. L’Azienda possiede un laboratorio di trasformazione con linee di lavorazione di ultima generazione dove vengono messe a punto le ricette per la preparazione e il confezionamento di circa 2 milioni di vasetti l'anno. Il 50% del fatturato di BonSicilia deriva dall'export in Paesi come la Svizzera e, soprattutto, la Germania dove l’Azienda è presente in catene della Grande Distribuzione.

di3a.jfif

PARTNER

L’Università di Catania - Dipartimento di Agricoltura, Alimentazione e Ambiente 

L’Università di Catania - Dipartimento di Agricoltura, Alimentazione e Ambiente (Di3A) raggruppa professori e ricercatori afferenti a diversi settori scientifico-disciplinari dell’area scientifica 07 - Scienze agrarie e veterinarie.

 

La "mission" del Dipartimento è quella di contribuire al miglioramento della formazione e della ricerca nell'ambito dell'agricoltura, delle produzioni agroindustriali e della tutela dell'ambiente nel Bacino del Mediterraneo e preparare i futuri professionisti che promuoveranno le conoscenze in questi campi. Il Dipartimento riunisce in sé gruppi di ricerca comprendenti diversi settori scientifico-disciplinari che svolgono attività di ricerca nell'ambito della produzione e trasformazione di prodotti agricoli, di interesse alimentare e non alimentare, nella gestione dell'agroecosistema, nel settore delle Biotecnologie agrarie, nell’ingegneria agraria, nell’ economia agro-alimentare, nel settore della difesa delle colture e delle derrate alimentari. Il Dipartimento ha numerosi laboratori a supporto delle attività di ricerca e di didattica. I ricercatori del Di3A attraggono finanziamenti da enti pubblici nazionali e internazionali nonché attraverso contratti e convenzioni con imprese private, a testimonianza di una fervente attività di trasferimento delle innovazioni e della capacità maturate all'interno del Dipartimento.


Il Di3A dispone di idonee strutture didattiche, di attrezzati e moderni laboratori e di ricche biblioteche.

crea

PARTNER

Il Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria 

Il Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria (CREA), attraverso la struttura del Centro di Ricerca Olivicolura, Frutticoltura e Agrumicoltura, è da tempo impegnato in attività di ricerca in materia sostenibilità delle produzioni frutticole. Persegue il miglioramento dell’efficienza dell’uso dei fattori della produzione, acqua, nutrienti, luce; l’aumento della sostenibilità economica e ambientale della coltivazione attraverso un maggiore controllo del ciclo di crescita (vitale e annuale) degli impianti e dei patogeni e parassiti; la maggiore resilienza dei sistemi ai rapidi mutamenti climatici. In particolare il Centro di Ricerca Olivicoltura, Frutticoltura e Agrumicoltura conduce ricerche sul miglioramento genetico e la selezione di nuove varietà olivicole, frutticole e agrumicole; ricerche sulla valutazione delle nuove cultivar e dei nuovi portinnesti più idonei alle coltivazioni biologiche (adattabilità ambientale, resistenza a fattori biotici e abiotici); svolge studi di ecofisiologia sulle specie arboree da frutto, sulla gestione delle tecniche colturali nell’arboreto e sulle tecniche di propagazione in vitro e in vivo delle specie frutticole; affronta ricerche concernenti la gestione e il controllo con metodi biologici dei principali parassiti delle coltivazioni arboree. Integra in maniera efficiente le competenze multidisciplinari presenti nel Centro e le diverse tecnologie, per la definizione di strategie a breve e lungo termine in tutto il percorso della filiera, con la massima attenzione alla sostenibilità tecnico-economica delle aziende, alla qualità del prodotto e alla riduzione dei possibili effetti negativi della coltivazione sull’ambiente.

csei

PARTNER

Il Centro Studi di Economia applicata all’Ingegneria

Il Centro Studi di Economia applicata all’Ingegneria- CSEI Catania è un ente senza scopo di lucro costituito nel 1975, nel quadro dell’intervento straordinario per lo sviluppo del Mezzogiorno, ad iniziativa del FORMEZ, della Cassa per il Mezzogiorno, dell’Università di Catania, della SVIMEZ e della Fondazione Politecnica del Mediterraneo.

 

Finalità del CSEI Catania è di contribuire a promuovere lo sviluppo socio-economico del Mezzogiorno d’Italia nell’area della gestione delle acque, dei sistemi di disinquinamento dell’ambiente idrico, dei sistemi di tutela dell’ambiente dall’inquinamento e in generale nell’area della gestione delle risorse naturali. Per perseguire tale finalità il CSEI Catania svolge attività di ricerca applicata, di formazione e di assistenza tecnico-organizzativa orientate allo sviluppo delle capacità operative e innovative degli organismi pubblici e privati che nel Mezzogiorno operano nell’area delle risorse naturali. Inoltre il CSEI Catania si occupa, nell’ambito delle commesse di ricerca affidate, anche dell’organizzazione di eventi di divulgazione dei Progetti di ricerca.

 

nacho-dominguez-argenta-cCVzimKovs-unsplash

N E W S L E T T E R

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le novità e gli sviluppi di INNOVITIS 

Come creare un sito web con Flazio